Introduzione

Nelle pagine seguenti presenteremo una breve storia di Forlì, città orgogliosa e ribelle che spesso si eresse libero Comune.

Il primo dato distintivo è indubbiamente lo stemma, composto da un'aquila grifagna, che tiene due ovuli, in ricordo dalla sua ghibellinità e della fedeltà agli imperatori tedeschi.

Questo simbolo fu concesso da Federico II (da cui l'aquila sveva), per la sua partecipazione forlivese alle lotte anti-guelfe del 1241.

Il primo ovulo riguarda uno scudo vermiglio che indicava la tradizione romana ed una croce bianca, ricordo della partecipazione alla prima crociata. Il secondo, bianco ed attraversato dalla scritta "Libertas", è un simbolo dei periodi di insurrezione popolare e di indipendenza comunale susseguitesi nella nostra storia.

Troverete di seguito un profilo storico che (pur partendo dalle origini romane), privilegerà le vicende contemporanee, per capire come la temperie culturale attuale abbia favorito lo sviluppo storico di una società civile e di un tessuto economico vitale, segnato anche dal movimento cooperativo e fortemente ridisegnato negli anni recenti dall'avvento dell'università.

 

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu sia d'accordo con questo. Cookie Policy.

Accetto la comunicazione