Banca di Forlì -
Stampa

La Chiesa di S. Maria dei Servi, detta di "San Pellegrino"

La Chiesa ha origini nel secolo XII, come balza all'occhio dal portale gotico. All'architettura originaria sono stati apportati molteplici mutamenti, soprattutto nel periodo barocco ad opera del Merenda, cui si deve in toto la cappella dedicata a San Pellegrino (terza a destra). Quest'ultimo, vissuto, dal 1265 al 1345, è oggetto di forte devozione da parte dei forlivesi.

All'ingresso della Chiesa ritroviamo inoltre il sepolcro di Luffo Numai (1441-1509), personaggio importante che seppe ben "navigare" nella Forlì rinascimentale dal periodo di Pino III fino all'avvento di Cesare Borgia. Nel suo monumento sepolcrale (1502) appare la scena della Natività, scolpita da Tommaso Fiamberti e da Giovanni Ricci.

Nella prima cappella a destra troviamo "La Madonna della Ghiara" del Passignano, mentre nella gradinata dell'altare maggiore ammiriamo la statua in cartapesta dell'Addolorata di Angelo Piò. Nel Capitolo sono poste varie opere, fra cui il "Crocefisso con due dolenti" di Giuliano da Rimini (XIV secolo).

 

© Blank Plazart - Free Joomla! 3.0 Template 2017

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu sia d'accordo con questo. Cookie Policy.

Accetto la comunicazione