Banca di Forlì -
Stampa

Dal 1500 al 1700

Dal 1540 Forlì ritornò sotto il comando dei legati pontifici, che crearono una Magistratura dei "Novanta Pacifici", durata fino all'abrogazione da parte di Napoleone.

Nella parte centrale del Cinquecento furono attivi a Forlì i pittori Francesco Menzocchi e Livio Agresti, oltre al Palmezzano. Nacque inoltre nel 1530 Gerolamo Mercuriale, grande medico sportivo moderno. Fino alla Rivoluzione Francese non ci furono eventi di rilievo, dato che la città era ormai pacificata nello Stato della Chiesa.

Da ricordare però sono lo sviluppo culturale, avvenuto anche grazie all'Accademia dei Filergiti, fondata nel 1574, in cui gli intellettuali discutevano le idee e le conoscenze del tempo. In questo periodo avvenne un soggiorno della Regina Cristina di Svezia (novembre 1965). Nacque nel 1682 Giovan Battista Morgagni, il "principe degli anatomisti" e nel 1687 l'architetto Giuseppe Merenda.

A quest'ultimo sono dovute le ristrutturazioni di molte chiese e palazzi della città, tra cui la Chiesa della Madonna del Carmine. Nel 1776 fu terminato il nuovo teatro comunale, poi distrutto durante la Seconda Guerra Mondiale. Forlì visse in questo modo, senza grossi salti, fino all'avvento della Rivoluzione Francese, che scosse anche il nostro centro.

 

© Blank Plazart - Free Joomla! 3.0 Template 2017

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu sia d'accordo con questo. Cookie Policy.

Accetto la comunicazione