Banca di Forlì -
Stampa

Il Duomo di Forlì

Il Duomo, tra i capolavori della nostra città, presenta una facciata neoclassica, a forma di Pantheon, della metà del XIX secolo. Al suo interno si conservano, però, le Cappelle della Madonna del Fuoco (secolo XVII) e della Ferita (secolo XV), che sono state poste nel transetto della navata centrale. Nella prima cappella si trova l'Assunzione della Vergine del Cignani (lavoro durato venticinque anni).

Al termine della navata di destra si trova un battistero rinascimentale (del 1504) di Tomaso Fiamberti e Giovanni Ricci. Nelle altre navate ci sono dipinti di Marco Palmezzano (San Rocco), di Nicola Rondinelli (San Sebastiano), di Guido Cagnacci (Predica di Sant'Antonio da Padova) e vari affreschi di Pompeo Randi.

Non accessibili al pubblico sono il reliquiario del Beato Jacopo Salomoni, la tavola del Miracolo di Giovanni di Mastro Pedrino, una Trasfigurazione di Gaetano Gandolfi, lo stendardo della Madonna del Voto. Tutte queste opere sono custodite nel Tesoro del Duomo e testimoniano la quantità di preziosi artefatti presenti nella Chiesa.

© Blank Plazart - Free Joomla! 3.0 Template 2017

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu sia d'accordo con questo. Cookie Policy.

Accetto la comunicazione