Banca di Forlì -
Stampa

Il dopoguerra

Il periodo successivo al secondo conflitto mondiale si caratterizzò per la nascita della piccola media industria manifatturiera e l'affermazione del processo dell'industrializzazione dell'agricoltura (riguardante soprattutto il Cesenate). Si invertì, in questo periodo, la percentuale di occupati nell'agricoltura, che passano dai due terzi del 1951 ad un terzo del 1971, a vantaggio ovviamente dei settori dell'industria e dei servizi.

Il nuovo ceto medio crebbe grazie al progresso economico ed al "modello emiliano", che si realizzò compiutamente solo a partire dal 1970 (quando nacque una maggioranza comunista priva del Pri). La ripresa dell'ordinamento democratico vide subito, infatti, una polarizzazione fra i repubblicani ed il fronte socialcomunista.

Dopo i primi anni di governo municipale con il Pci, i repubblicani ruppero e dal 1951 crearono un'alleanza centrista allargata alla Dc. Malgrado la progressiva perdita del consenso da parte del Pri la coalizione, cui si aggiunse nel 1960 il Psi, riuscì a governare fino al 1965. Nell'ultimo periodo (fino al 1970) si susseguirono varie crisi politiche che condussero alla temporanea reggenza da parte di vari commissari prefettizi. La giunta di centro (poi di centro-sinistra) svolse una politica di commissariamento di intervento pubblico, anche a sostegno del nuovo ceto urbano. L'economia intanto vide la ristrutturazione del settore agricolo, parallelamente ad una industrializzazione "leggera", basata su un modello d'impresa piccola, a gestione familiare.

Si stavano riorganizzando, intanto, le piccole esperienze di credito cooperativo, in un processo che nel 1971 diede origine alla Cassa Rurale ed Artigiana di Forlì.
La stagione politica mutò radicalmente quando, il 2 luglio 1970, nacque la nuova maggioranza social-comunista, che, di stretta misura, assunse la guida della città, rimanendovi fino agli anni recenti.

© Blank Plazart - Free Joomla! 3.0 Template 2017

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu sia d'accordo con questo. Cookie Policy.

Accetto la comunicazione